Condividi:


15 luglio, Giornata Mondiale delle competenze dei giovani: a loro è affidato il futuro

di Anna Li Vigni

World Youth Skills Day è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2014

Giornata Mondiale delle Competenze Giovanili 2021: immaginare di nuovo le competenze dei giovani post-pandemia.

Secondo l'International Labour Organization, quest'anno questa ricorrenza si svolge in un contesto difficile, nel mezzo della pandemia di COVID-19 e con i sistemi di istruzione e formazione che devono ancora tornare alle condizioni pre-crisi.

Si celebra  la resilienza e la creatività dei giovani durante la crisi ma si deve concentrare l'attenzione su come i sistemi di istruzione e formazione tecnica e professionale (TVET) si sono adattati alla pandemia, partecipare alla ripresa e immaginare le priorità che si dovrebbero adottare per il mondo post-COVID -19. 

La pandemia e i blocchi hanno anche portato a una recessione senza precedenti. Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) stima che l'economia mondiale si sia contratta del 3,3 per cento nel 2020 e avverte che la ripresa prevista nel 2021, con un tasso di crescita del 6,0 rimane molto incerta.

L'ILO rileva che nel 2020 è stato perso l'8,8 per cento delle ore lavorative, pari a 255 milioni di posti di lavoro a tempo pieno. La Banca mondiale sottolinea che la continua tendenza alla riduzione della povertà osservata da oltre due decenni si è invertita: invece di diminuire di 31 milioni nel 2020, come previsto prima della pandemia, il numero di persone che vivono in condizioni di estrema povertà è aumentato di 93 milioni.

Le Giornate Mondiali delle Competenze Giovanili sono co-organizzate dalle Missioni Permanenti del Portogallo e dello Sri Lanka presso le Nazioni Unite, insieme all'UNESCO, all'ILO e all'Ufficio dell'Inviato del Segretario Generale per la Gioventù.

Un evento online si svolgerà giovedì 15 luglio dalle 11:00 alle 12:30 EST (New York), dalle 17:00 alle 18:30 CEST (Ginevra).