Condividi:


Covid, la dura condanna di Costa: "Chi decide di non vaccinarsi è un irresponsabile"

di Alessandro Bacci

Il sottosegretario: "È il momento in cui dobbiamo avere fiducia nella scienza e non correre dietro alle false notizie"

"Non c'è dubbio che manifestazioni come quelle di sabato creano pericolo e aumentano la possibilità di diffondere il virus e chi decide di non vaccinarsi compie un atto di irresponsabilità. La libertà personale significa anche garantire la libertà altrui". Così il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ospite del TG4, ricordando che in Italia "vige ancora la regola di indossare la mascherina in situazioni di assembramento" e sottolineando che "di fronte a manifestazioni come queste bisogna essere netti e rigidi e condannarle con forza".

"È il momento in cui dobbiamo avere fiducia nella scienza e non correre dietro alle false notizie o dietro a posizioni che non sono minimamente sostenute dalla scienza", è il momento "in cui dobbiamo manifestare e rinnovare piena fiducia alla scienza e credo che i cittadini abbiano bisogno di una unità politica e di una unità istituzionale. La politica - dice il sottosegretario - non dovrebbe neanche far entrare nel dibattito politico un tema come questo".

E sul cambiamento dei criteri per la valutazione del rischio: "È una scelta giusta dinanzi a una platea ampiamente vaccinata. Però bisogna dire con forza che la stragrande maggioranza di chi oggi finisce in ospedale è costituita da cittadini che non sono ancora vaccinati".

Infine sull'andamento dell'epidemia: "Siamo in un momento particolarmente delicato. Dobbiamo guardare alle prossime settimane con prudenza, non con paura. Ma prudenza - conclude Costa - significa proseguire con il piano di vaccinazione, e soprattutto vaccinare anche la popolazione giovane".