Covid Genova, al San Martino 117 degli ultimi 120 ricoverati non erano vaccinati

di Alessandro Bacci

Il dato presentato dal direttore Giuffrida: "Stiamo facendo un grande sacrificio, sarebbe assurdo vanificarlo per rifiutare la vaccinazione"

Proseguono a pieno ritmo le vaccinazioni in Liguria. La nuova open night ha visto centinaia di persone pronte a ricevere la dose di vaccino. Ci sono alcuni dati, che possono convincere anche i più scettici. La campagna vaccinale sta portando risultati emblematici nei nostri ospedali. È il caso del San Martino che ormai riceve solamente pazienti che non avevano ancora ricevuto il vaccino: "Su 120 ricoverati 117 non erano vaccinati - sottolinea Salvatore Giuffrida il direttore del policlinico San Martino - Invito le persone a vaccinarsi perchè stiamo facendo un grande sacrificio, sarebbe assurdo vanificarlo per rifiutare la cura regina che è la vaccinazione. Abbiamo avuto un abbattimento dei casi di positività anche tra il personale, abbiamo meno malati che affluiscono, stiamo ripartendo nella cura dei casi normali. Non vanifichiamo tutto ciò."

Sono stimati in 250 gli operatori sanitari no vax al policlinico San Martino di Genova, l'ospedale più grande della Liguria con i suoi 5000 dipendenti - ha detto Salvatore Giuffrida - "Attendiamo ancora le ultime verifiche, ma la stima è di 250 sanitari no vax. Una volta avuta la certezza della loro scelta in questa direzione proveremo a ricollocarli in servizi non a contatto con i pazienti e se non sarà possibile scatteranno le sospensioni dal servizio fino al 31 dicembre prossimo. E questa sarà una sconfitta perché comporterà la riduzione dei posti letto", ha detto Giuffrida.