Condividi:


Cantieri e code in autostrada, Nanni: "Esenzione dai pedaggi? Stiamo valutando"

di Marco Innocenti

Il direttore del Tronco di Genova di Autostrade per l'Italia traccia il bilancio dopo l'avvio del cantiere fra A12 ed A7

Primo giorno del tanto temuto cantiere sulla A12, con la chiusura al traffico dell'allacciamento con la A7 in direzione di Genova, e primi disagi per la circolazione sul nodo genovese. Code e rallentamenti si sono registrati soprattutto nelle ore mattutine, fra le 8 e le 10, con punte di 5, 6 ed anche 7 chilometri di veicoli incolonnati fra Genova Est e lo svincolo verso la A7 in direzione del casello di Bolzaneto. Col passare della mattinata, poi, la situazione è migliorata ma nella fascia oraria più critica si sono avuti tempi di percorrenza anche di un'ora tra i due caselli. 

"La giornata è andata sostanzialmente come ci aspettavamo - commenta in esclusiva ai microfoni di Telenord Mirko Nanni, direttore del Tronco di Genova di Autostrade per l'Italia - Dobbiamo ricordare che stiamo parlando non di un solo cantiere ma di più di una lavorazione e di più di un cantiere in sequenza. Direi che è andata secondo quelle che erano le previsioni e gli accordi con le autorità. L'A12 viene impattata per lo più da traffico di tipo pendolare e quindi il traffico ha avuto, com'era normale, dei picchi già dalle 8 del mattino per raggiungere il massimo degli incolonnamenti intorno alle 10, con tempi di percorrenza che sono andati in funzione di queste code. Tra le 10 e le 12 poi abbiamo smaltito tutti gli accodamenti. Si è quindi confermato l'interessamento della fascia oraria pendolare".

"Questo piano di lavori però è un piano di lungo respiro - aggiunge Nanni - proprio per condividere col Mit e con gli enti locali gli impatti sulla circolazione. Abbiamo fatto una programmazione fino al mese di giugno, andando a impegnare prevalentemente l'area cittadina. I cantieri roteranno: in questo momento lavoriamo sulla A12 fra Genova e La Spezia, poi alla fine di queste lavorazioni ruoteremo in direzione nord sulla A7, tra Genova Ovest e Bolzaneto, lavorando sulla galleria Monte Galletto e poi ci sposteremo sulla galleria d'intersezione fra l'A7 sud e la A12. Ovviamente vorremmo anticipare queste lavorazioni prima del periodo estivo, facendo salvo il periodo pasquale, poi riprenderemo eventualmente a partire da settembre".

Nei prossimi giorni, anche per provare ad alleggerire l'impatto sugli utenti, Autostrade starebbe pensando di estendere l'area di esenzione dal pedaggio, che attualmente riguarda solo il nodo cittadino genovese: "Ogni volta che si apre un nuovo cantiere - spiega Nanni - dopo le primissime giornate di assestamento, si valutano eventuali correttivi e già domattina faremo in modo di agevolare l'immissione dei veicoli provenienti dalla A12 sulla A7 in direzione di Bolzaneto ma stiamo anche lavorando per quel che riguarda le agevolazioni di pedaggio. Stiamo pensando se estendere l'area di esenzione rispetto a quella attuale che, lo ricordo, riguarda l'area cittadina genovese. Non è che siamo arrivati in ritardo, è perché abbiamo bisogno di capire in tema di origini e di tempi di percorrenza, quali siano poi gli effettivi disagi che andiamo a riscontrare. In questo caso la cantierizzazione interessa prevalentemente la direttrice Recco-Nervi-Genova Est-Genova Ovest. Si tratta di capire gli accodamenti e i tempi di percorrenza che noi misuriamo, che tipo di allungamento hanno e fino a dove andiamo a interessare gli automobilisti colpiti da questo tipo di disagi".