Condividi:


Manifesti no-vax a Genova, Bassetti: "Tutte le più grandi stupidaggini dette finora"

di Alessandro Bacci

Il professore: "Sembra paradossale che la pratica vaccinale incontri ancora tante resistenze, le istituzioni devono prendere una posizione chiara"

"La città di Genova è stata tappezzata con manifesti contro i vaccini. La cosa più grave è che è firmato da un gruppo di persone che si definiscono 'Comitato medici riuniti per la libertà e la salute'. In questo foglio troviamo la sintesi di tutte le più grosse stupidaggini dette e circolate fino ad oggi sui vaccini per il covid". Lo denuncia l'infettivologo Matteo Bassetti a Genova. In alcune strade sono comparsi appesi ai muri dei manifesti della grandezza di un foglio A4 con scritto di evitare i vaccini.

"Trovo tutto questo gravissimo mentre si sta svolgendo la più grossa campagna vaccinale della storia - commenta Bassetti -. Date le evidenze scientifiche e mediche, nonché la convenienza sociale ed economica, sembra paradossale che la pratica vaccinale incontri ancora tante resistenze. Vista la pervasività della cultura no-vax e i mezzi anche impropri attraverso cui essa si diffonde (come quello di appendere manifesti per strada) è necessario un forte impegno sul campo della classe medica non solo episodico, ma organico e capillare, per consolidare la cultura della eccezionale validità sanitaria dei vaccini" ha detto Bassetti.

"Dobbiamo ammettere che la consapevolezza scientifica nella società italiana sia minore di quella presente nel resto d'Europa". "Vedere la firma su quel manifesto di alcuni medici, che sostengono posizioni totalmente anti-scientifiche, deve far riflettere tutti noi, ma soprattutto le Istituzioni che devono prendere posizioni chiare e nette contro costoro" aggiunge.