Condividi:


Genova, Bucci valuta il numero chiuso per Boccadasse e le passeggiate

di Alessandro Bacci

Il sindaco: "Tre giorni da zona rossa, ci saranno divieti specifici e quindi non dovremmo neppure parlare di possibili assembramenti"

"Ci prepariamo a una tre giorni da zona rossa, ci saranno divieti specifici e quindi non dovremmo neppure parlare di possibili assembramenti in determinate zone, tuttavia ci saranno agenti della polizia municipale e di protezione civile pronti a intervenire per evitare situazioni di rischio, poi per i fine settimana dopo quello di Pasqua e per quelli successivi, diciamo fino a fine aprile, stiamo mettendo a punto un sistema per evitare gli assembramenti in zone che purtroppo si prestano come Boccadasse e le passeggiate di Nervi o Pegli", il sindaco di Genova Marco Bucci durante il punto stampa Covid ha anticipato quelle che saranno le misure di controllo nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.

"Vogliamo consentire alle persone di andare in determinati posti ma senza che ci siano le folle", aggiunge. Il sindaco è poi tornato a stigmatizzare alcuni comportamenti: "Ieri abbiamo avuto 33 sanzioni per il mancato rispetto dei dpcm, ma una riguarda un ristorante dove sono state trovate 12 persone a mangiare al tavolo, e questo non va assolutamente bene".