Condividi:


Covid Liguria, previsti 50-70 mila vaccini per categorie a rischio under 80 in fase 2

di Alessandro Bacci

Individuate anche le categorie under 55 prioritarie che potranno ricevere le dosi di Astrazeneca

Oltre agli over 80 dalle prossime settimane la Regione Liguria prevede di vaccinare tra 50 e 70 mila cittadini 'ultra fragili' e categorie a rischio. Lo spiega il responsabile Prevenzione di Alisa Filippo Ansaldi stasera nel punto stampa sulla fase 2 della campagna vaccinale. Oltre agli anziani saranno vaccinati anche professionisti afferenti ad ambulatori accreditati, sanitari liberi professionisti, volontariato a contatto con persone fragili e figure assimilabili over 55 (la vaccinazione sarà gestita direttamente dall'azienda sanitaria di appartenenza, con chiamata diretta e il vaccino sarà somministrato in punti ospedalieri ed extraospedalieri); ospiti e personale delle strutture e comunità ad alto rischio over 55 anni (potranno essere vaccinati direttamente in struttura). 

Per quanto riguarda gli under 55 le categorie prioritarie individuate per la campagna vaccinale sono: i lavoratori frontalieri in Asl1 (in via straordinaria, in risposta al quadro epidemiologico della Asl1), il personale scolastico e universitario, le forze armate e di polizia, i penitenziari, i luoghi di comunità e altri servizi essenziali di età compresa tra i 18 e i 55 anni (dal 15 febbraio saranno disponibili 25.300 dosi di vaccino AstraZeneca). In questa fase i professionisti afferenti ad ambulatori accreditati, professionisti sanitari liberi professionisti, volontariato a contatto con persone fragili e figure assimilabili. La vaccinazione con AstraZeneca avverrà attraverso i medici di medicina generale e le farmacie.