Condividi:


Toti:"Nei piccoli centri lontani dalle grandi città intere giornate dedicate alla vaccinazione"

di Antonella Ginocchio

Il presidente della Regione Liguria ha illustrato ai microfoni di Telenord la tabella di marcia della secondo fase delle vaccinazioni

"L'obiettivo prioritario non solo per la Regione Liguria ma del piano vaccinazioni del governo ora è quello di mettere in sicurezza i nostri cittadini che hanno più di 80 ann, ai quali sono dedicati i vaccini approvati per quella categoria di persone". Lo ha puntualizzato il presidente della Regione, Giovanni Toti, nell'illustrare la seconda fase delle vaccinazioni che prenderà il via ufficialmente venerdì prossimo "e proseguirà con le prenotazioni da lunedi 15 per l'intera settimana,  fino a quando non cambierà la categoria di riferimento, una volta finiti ultraottantenni". Toti ha continuato: "Ci auguriamo che possa accadere entro la fine d'aprile,o la prima settimana di maggio questo dipenderà dal numero di vaccini che ci arrivano".

Il presidente ha puntualizzatoche le vaccinazioni saranno effettuate direttamente a domicilo di coloro che non potranno spostarsi,  "con una attività che stiamo coordianando insieme ai sindaci del territorio".

In particolare, per quanto riguarda i piccoli centri dell'entroterra, lontani dalle grandi cittadi, si prevedono "Delle giornate dedicate alla vaccinazione".

In contemporana  inzierà la vaccinazione degli under 55, con AstraZeneca "che è molto più semplice da gestire rispetto agli altri  - ha ribadito il presidente - e quindi verrà effetutata in maniera simile a quella  dei vaccini antinfluenzali,  da medici di famiglia e da alcune farmacie che riusciranno ad attrezzarsi".

Il presidente ha puntualizzato che al momento della prenotazione, sarà indicata la sede di vaccinazione.". Questo per quanto riguarda il cup, mentre per i piccoli centri dell'entroterra "saranno gli uffici del Comune a convocare le persone in accordo con l'azienda sanitaria di riferimento". 

Toti ha infine precisato che il numero di vaccini distribuiti dalla struttura commissariale in Liguria, sarà di sicuro inferiore al numero delle prenotazioni.