Condividi:


Coronavirus, Sanofi: nel secondo semestre 2021 pronto il vaccino

di Redazione

Anticipati i test a settembre, si produrranno un miliardo di dosi l'anno. Al via il Covax, meccanismo per organizzare l'accesso

Un vaccino per il Covid-19 sviluppato dall'azienda Sanofi potrebbe essere approvato già nel primo semestre del prossimo anno, per essere poi disponibile nella seconda parte dell'anno. Lo ha annunciato la stessa azienda in un meeting online.

L'inizio dei test di fase 1 e 2 sull'uomo del vaccino, sviluppato insieme alla multinazionale Gsk, era previsto a dicembre, ma è stato anticipato a settembre e tutto il programma subirà un'accelerazione, così come quello di un altro candidato sviluppato con la compagnia biotech statunitense Translate Bio.

"A guidarci - ha spiegato John Reed, capo della ricerca Sanofi - è il dialogo con le autorità regolatorie". La compagnia ha annunciato anche che raggiungerà una capacità di produzione per il vaccino di un miliardo di dosi l'anno. Sono diverse le aziende impegnate nella corsa'al vaccino, al punto che già le istituzioni internazionali si stanno organizzando per garantirne l'accesso.

Domani e dopodomani, riporta un comunicato di Medici Senza Frontiere, si riunirà il board del Gavi, l'alleanza globale per i vaccini, e il primo punto all'ordine del giorno sarà il 'Covax', il meccanismo ideato per l'accesso una volta che saranno disponibili, che però secondo l'Ong va migliorato per garantire una distribuzione anche ai Paesi più in difficoltà.