Condividi:


Covid, Bassetti: "Tamponi gratis peggio di un condono fiscale"

di Redazione

L'infettivologo: "Con la variante Delta non esiste più l'immunità di gregge, giusto riconoscere i meriti a chi si è vaccinato"

"Il tampone non si può mettere sullo stesso piatto della bilancia del vaccino perché sarebbe un grave errore, mentre sarebbe giusto riconoscere dei meriti a chi è vaccinato. La proposta dei tamponi gratuiti mi pare quindi francamente eccessiva, molto peggio di un condono fiscale, perché è come dare un salvacondotto a chi non si è vaccinato", così ha parlato ai microfoni dell'Adnkronos, Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive dell'Ospedale San Martino di Genova.

"Chi non si vaccina non beneficia di nessun effetto passivo, con la variante Delta non esiste più l’immunità di gregge a meno che non arriviamo al 95% della popolazione vaccinata ma non credo che ci arriveremo visto che ci manca tutta la fascia 0-12 anni. Quindi se ti vuoi proteggere dal Covid ti devi vaccinare", ha aggiunto Bassetti.

"I dati sulla terza dose che arrivano da Israele sono molto interessanti e sono stati pubblicati su una delle riviste scientifiche più prestigiose al mondo – ha aggiunto Bassetti -. Con la terza dose i soggetti con più di 60 anni hanno un ritorno all’efficacia originale del 95%, la stessa che si aveva all’inizio prima che arrivasse la Delta e il tasso di malattia grave è inferiore di 19,5 volte. Mi pare che si torni a parlare quindi di un’efficacia del vaccino vicina al 100% per la patologia grave. Quindi ben venga la terza dose nelle persone più fragili".