Condividi:


Le apnee notturne

di Redazione

Ormai il 30% della popolazione, prevalentemente maschile, soffre di disturbi del sonno. Intervista all'otorino

La sindrome dell'apnea ostruttiva e del sonno (OSAS) è molto frequente e responsabile dei disturbi legati al sonno. Questa patologia è dovuta a svariati episodi, parziali o totali, di collasso delle vie aeree per cui il paziente riscontra microrisvegli durante la notte che causano l'interruzione del sonno.

Le conseguenze minori si presentano sottoforma di stanchezza e sonnolenza durante il giorno, irritabilità e basso livello di attenzione. Quelle con i maggiori fattori di rischio riguardano invece alcune patologie cardiache come la cardiomiopatia dilatativa, fenomeni di ipertensione arteriosa o sofferenza cerebrale.

Il Dottor Andrea Barbieri, otorinolaringoiatra, descrive le varie visite a cui si deve sottoporre il paziente in caso di OSAS: visita otorinolaringoiatrica, polisonnografia e alcuni test tra cui Sleep Endoscopy che permette di individuare i siti che creano ostruzioni.