Condividi:


Genova, nessun coprifuoco, siamo italiani: traffico scarso ma ci sono bus pieni

di Redazione

Nelle autostrade quasi solo camion e auto di gente che lavora

Nessun coprifuoco in stile Cina, siamo italiani (e genovesi). Oggi Genova si è svegliata con calma, ma la città nonostante il decreto del premier Conte che impone a tutti di rimanere a casa se non per motivi strettamente necessari vive quasi come gli altri giorni, auto, bus (a volte pieni, come il 20 transitato da piazza Fontana Marose alle 8.50) pedoni sono regolarmente in giro. Chi lavora, chi va a fare la spesa, chi a portare le medicine ai propri anziani, chi deve portare a spasso il cane. Qualcuno dice che forse ci sono troppi anziani a passeggio. Ci sono però tanti negozianti che non hanno alzato le saracinesche. In autostrada il traffico è scarso, ma c'è, anche se circolano per buona parte camion o le auto di chi lavora. 
I controlli da parte delle autorità? Ci sono ma ancora non si segnalano per ora sanzioni: la polizia locale sta studiando le normative, fra le pieghe del decreto per intervenire.

Dietro l'angolo ci sono le prime sanzioni  per violazioni all'inosservanza di un provvedimento di un’autorità con una pena che prevede l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro.