Condividi:


Estensione confini Parco di Portofino: "Una decisione calata dall'alto"

di Marco Garibaldi

Gli amministratori del Tigullio chiedono nessuna forzatura e condivisione da parte del territorio

Nel Tigullio fa discutere la proposta di estendere i confini del Parco di Portofino ad altri 11 Comuni del territorio.

La proposta è stata redatta da Ispra e inviata alla Regione e alle amministrazioni interessate dopo la pronuncia del Tar della Liguria che aveva accolto il ricorso dell’associazione Amici del Monte di Portofino per l’istituzione formale del Parco nazionale.

"Come sindaco sono sempre stato d'accordo per lavorare insieme agli altri amministratori per diventare Parco Nazionale dando anche disponibilità al ministero - commenta Matteo Viacava, sindaco di Portofino - Quest'ultima decisione scontenta tutti, viviamo in democrazia perciò le cose imposte non piacciono".

Tra i modelli che anche il sindaco Viacava ha indicato c'è quello del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Nei giorni scorsi è già stata convocata una riunione d’urgenza con i rappresentanti della amministrazioni interessare e Regione Liguria. Tutti i sindaci hanno sottolineato la loro disponibilità ad aprire una discussione sul tema ma non in questi termini, imposti dall'alto, e in questi tempi:

"Abbiamo 7 giorni per poter andare a parlare di una norma che è arrivata pochi giorni fa, mi sembra una follia. I tempi sono troppo stretti - continua Viacava - Chiediamo nessuna forzatura, condivisione da parte del territorio. Nessuno può imporre a 11 sindaci di sottomettersi ad una decisione simile".

Il link alla diretta Facebook: https://www.facebook.com/telenordliguria/videos/1454934894869554