Condividi:


Discoteche all’ aperto, Costa: “La riapertura al massimo entro il 10 luglio”

di Antonella Ginocchio

Il sottosegretario alla Salute a Telenord: “Capienza ridotta al 50 per cento e green pass obbligatorio”

Tra pochi giorni ritornerà la musica nelle discoteche all’aperto. Lo conferma a Telenord  il sottosegretario alla Salute che ha puntualizzato: “Credo si riaprirà entro il 10  luglio, ma spero anche alcuni giorni prima”.

I criteri per le riaperture, evidenzia Costa , sono quelli individuati dal Cts: “Capienza ridotta del 50 per cento e green pass obbligatorio”. Ha spiegato l'esponente di governo: “E’ importante individuare una data di riapertura e dare risposte ad un settore produttivo in grande sofferenza e che nel nostro Paese garantisce lavoro a circa centomila addetti”.

Il sottosegretario evidenzia che la riapertura “significa poter tornare ad incontrarsi in piena sicurezza”. Ha continuato: “Oggi purtroppo assistiamo a feste autogestite, organizzate da ragazzi, difficili da controllare e che non fanno certo stare tranquilli: riaprire le discoteche significa applicare regole certe. Credo ci siano le condizioni per riaprire prima del 10 luglio”.

Intanto Costa sta incontrando alcuni degli addetti del settore. “In questi mesi ho incontrato molti titolari di discoteche e devo dire che ho trovato  grande disponibilità ad intraprendere un dialogo, un percorso attento, nella consapevolezza che dobbiamo riaprire gradualmente  in sicurezza”.

Costa ha ribadito che questa gradualità dovrebbe portare poi anche alle riaperture anche delle discoteche al chiuso. “Questo è il principio che ha guidato tutto il piano delle riaperture: si parte dall’esterno, dove il rischio di contagio è più contenuto, per poi  proseguire con step successivi”.