Condividi:


Cagliari-Genoa 3-1, disastro nel finale. Kouamè non basta

di Emanuela Guerra

Un’autorete di Zapata e un pasticcio della difesa spianano la strada ai sardi

Passo indietro del Genoa rispetto ai precedenti match, che lascia Cagliari perdendo 3 a 1 con beffa nel finale.

II Genoa inizia arrembante sopratutto con Ankersen e Favilli, scelti titolari a sorpresa da Andreazzoli. L'occasione principale la ha Saponara al 5', quando raccoglie un cross da destra dello stesso Ankersen, tocca la palla e viene atterrato da Cacciatore: il giocatore rossoblu cade a terra,ma il VAR non interviene.

Il Cagliari cresce nel corso del primo tempo anche grazie agli spazi troppo larghi lasciati dalla difesa del Genoa. Il centrocampo del Genoa fatica a filtrare e al 30' il Cagliari va vicinissimo al gol: il tiro in porta di Ionita si rivela un assist per Simeone, che si tuffa di testa e spaventa Radu. Bastano pochi  minuti al Genoa per rispondere: gran colpo di testa in area di rigore di Kouame, Olsen si oppone con un grandissimo intervento.

Il finale del primo tempo è tutto a favore del Genoa, che però non concretizza: prima con Favilli, che si allunga troppo il pallone, e poi con Schone checalcia altissimo da due passi dalla porta.

Inizio del secondo tempo thriller, con Simeone che di testa anticipa Criscito e trova il vantaggio dopo nemmeno trenta secondi.

Il Genoa prova a reagire, ma il Cagliari è attento e copre tutti gli spazi, accontentandosi di impostare l'azione in contropiede.

Al 62' gran schema della squadra di Andreazzoli, ma Favilli spreca di testa da pochi metri.

Il Genoa ha un buon momento, e pochi minuti dopo Manganiello fischia un calcio di rigore: su un cross di Pajac, Cacciatore colpisce di braccio. Il VAR però richiama l'arbitro, che rivede la sua posizione. Punizione dal limite, ma Schone colpisce la barriera.

I primi cambi del Genoa arrivano dopo il settantesimo minuto, quando Andreazzoli sostituisce Ankersen con Lerager e Saponara con Pandev. Cinque minuti dopo esce anche Favilli ed entra a sorpresa Sanabria.

I cambi fanno bene al Genoa, che all'83' trova il gol del pareggio

La gioia dura pochissimo: un minuto dopo cross di Nandez, va a vuoto Birsa, ma di testa Zapata colpisce nella propria porta.

E' una disfatta finale: al 87' pasticciaccio del Genoa: contropiede del Cagliari, Joao Pedro si ritrova libero contro Radu e non può sbagliare.

Rossoblu e Andreazzoli che escono ridimensionati da questa quarta giornata di campionato.