Condividi:


Campagna vaccinale: in Liguria da lunedì 15 marzo entrano in scena i vaccini Astrazeneca

di Anna Li Vigni

 L'obiettivo è vaccinare 5.000 persone al giorno nei 19 distretti sanitari

Ogni regione in Italia sta seguendo modelli organizzativi diversi. In Piemonte i medici di base vaccinano presso i Cap (Centri di assistenza primaria); il Lazio, in fase di partenza  utilizza anche gli studi medici; in Valle d'Aosta si vaccina sia negli studi dei medici di base che nei centri distrettuali. La Toscana procede spedita con le somministrazioni agli over 80.

In Liguria da lunedì 15 marzo entrano in scena i vaccini Astrazeneca che saranno somministrati dai medici di medicina generale ai pazienti under 65. L'inoculazione avverrà nei 19 distretti sanitari in cui è suddivisa la regione. Dal 9 marzo invece inizieranno le prenotazioni per tutte le persone che ne avranno diritto, ovvero insegnanti, poliziotti locali e appartenenti alle categorie fragili.
"Per inoculare i vaccini in studio sarebbero stati necessari bombola d'ossigeno, defibrillatore e una serie di misure che per prudenza si devono adottare anche se le reazioni allergiche al vaccino sono una su un milione", come ha osservato Andrea Stimamiglio, segretario regionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale.

"In ciascun punto distrettuale i medici osserveranno due turni da quattro ore e, in ogni turno, quattro medici di famiglia supportati da giovani guardie mediche.  L'obiettivo è vaccinare 5.000 persone al giorno e arrivare a 400-450.000 persone in tre mesi". 
Ai medici di famiglia il compito di elencare alle Asl i pazienti non deambulanti che sono da vaccinare a domicilio a cura delle aziende sanitarie e i pazienti particolarmente fragili, che saranno vaccinati sempre dalle Asl con dosi di Pfizer e Astrazeneca.

Oggi apertura del sito vaccinale a Camogli presso la Croce Rossa Italiana in Via Xx Settembre, 58 e domani ad Uscio si inaugura un altro ambulatorio nella palestra di P.zza della Resistenza.  
Lunedì 8 marzo sarà operativo il punto di Via Cesarea, 8 a Genova, messo a disposizione da Confcommercio Salute Sanità e Cura.