Condividi:


Zoagli, spiagge e passeggiata vietate ai cani: l’Enpa diffida il sindaco

di Alessandro Bacci

"Confidiamo che l'ordinanza venga annullata, modificata e che sia posto rimedio alla situazione che crea grande disagio ai proprietari di animali"

In nome del decoro Zoagli rinuncia ad essere "pet friendly". Lo ammette il sindaco Fabio De Ponti che ha firmato un'ordinanza con cui vieta, nel periodo estivo, il passaggio di cani sulla passeggiata a mare. Contro l'ordinanza l'Ente nazionale protezione animali. "La nostra non è una passeggiata normale - precisa De Ponti - è come se fosse una spiaggia essendo un camminamento interamente tra le rocce e il mare su cui d'estate ci si sdraia a prendere il sole o a giocare con i bambini. Dopo due mesi di osservazione la situazione di pulizia e odori provocati dai bisogni di cani, per colpa dei padroni maleducati, era insostenibile".

L'Enpa chiede la modifica dell'ordinanza: "Confidiamo che il sindaco ponga rimedio ad un'ordinanza che crea grande disagio a tantissimi proprietari di cani residenti o in vacanza nella zona e che viola il principio di proporzionalità. Chiediamo l'eliminazione o la modifica del paragrafo in cui è scritto: 'è vietato ai conduttori di cani di accedere nelle spiagge e alle passeggiate' ".

De Ponti invece va avanti: "Gli altri 8 mesi dell'anno è accessibile. Abbiamo 160 chilometri di sentieri nel fresco dei nostri boschi dove i cani possono passeggiare felicemente. Se proprio uno vuole farsi il bagnetto con il suo amico a quattro zampe può andare a Chiavari, a Santa Margherita Ligure o a Sestri Levante", conclude.