Università di Genova, la terapia chirurgica per l'emicrania

di Redazione

La chirurgia mininvasiva di Edoardo Raposio è risolutiva nel 94% dei casi: lo studio sulla rivista Plastic and Reconstructive Surgery Go

E' stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Plastic and Reconstructive Surgery Go il lavoro di Edoardo Raposio, professore ordinario del Dipartimento di Scienze Chirugiche dell'Università di Genova,  che riassume l’esperienza terapeutica degli ultimi 259 pazienti, affetti da cefalea muscolo-tensiva o emicrania, trattati chirurgicamente con una nuova terapia mininvasiva e con un risultato positivo nel 94% dei casi

Tale tecnica, effettuata in anestesia locale con sedazione, indolore, consiste nella liberazione mininvasiva di alcuni nervi, l’irritazione dei quali causa l’insorgenza degli attacchi. Le principali terminazioni nervose interessate possono essere localizzate, a seconda dei casi e in ordine di frequenza, nella zona occipitale od alla base posteriore del collo (a scatenare la cosiddetta “cervicale”), nelle regioni temporali (in corrispondenza delle tempie) o nella regione frontale (di solito in prossimità delle sopracciglia). Per approfondimenti cliccare qui.