Condividi:


Tigullio, Festa dell’Olio: premiati produttori, hobbisti e uliveti

di Anna Li Vigni

Il sindaco di Leivi Centanaro: “Un evento per il recupero del territorio e la valorizzazione del nostro prodotto principe che è l’olio”

Si è svolta a Leivi la 26ma edizione della Festa dell'olio. 

"Premiamo il miglior olio DOP ed extravergine della provincia di Genova e di La Spezia. Si tratta del primo premio per rilevanza a livello regionale che abbraccia questo mondo olivicolo che è un mondo significativo ed importante. Premiamo anche la seconda edizione del miglior hobbista che sono coloro i quali non hanno l'obbligo categorico attraverso la Camera di commercio di produrre determinati quantitativi ma comunque sono produttori di olio e soprattutto premiamo 120 uliveti, rappresentati da 12 comuni che saranno chiamati e ai quali verrà riconosciuta simbolicamente una targa da parte del comune di Leivi. Si tratta di un momento coagulante e significativo attorno al progetto del recupero del territorio oltre alla valorizzazione del nostro prodotto principe che è l'olio", spiega il sindaco di Leivi, Vittorio Centanaro.

 

Il Premio agli uliveti è un progetto unico e prestigioso nel suo genere a livello nazionale e che il sindaco ha presentato, durante l'ultima assemblea in presenza alla Citta dell'olio a Siena.

Quest'anno hanno partecipato circa una trentina di oli provenienti da Genova e da La Spezia, gli anni scorsi si è arrivati anche a 98 campioni. 

L'olio viene giudicato in maniera completamente anonima attraverso il laboratorio di analisi della Camera di commercio di Genova nel laboratorio di Albenga. Cè poi una commissione di assaggio che esamina sotto l'aspetto organolettico e gustativo questi prodotti.

Lasituazione di produzione di quest'anno non è delle migliori, ma speriamo che le cose si assestino. c'è anche una situazione di cambiamento climaticoche va ad interfacciarsi sulla produzione 2021 che si vede abastanza scarsa.