Condividi:


Tentato sequestro di un imprenditore genovese a Varazze: dieci arresti

di Alessandro Bacci

Già a novembre erano state arrestate 6 persone, la banda voleva sequestrare l'uomo per estorcergli denaro per comprare una partita di droga

Dieci misure detentive sono state emesse dal gip del tribunale di Genova su richiesta della direzione distrettuale antimafia per il tentato sequestro a scopo di estorsione di un imprenditore genovese quarantenne avvenuto il 19 novembre del 2020 all'hotel Le Vele di Varazze. In quella occasione vennero arrestate 6 persone. Sono stati gli agenti della squadra mobile di Genova e Savona a eseguire le misure cautelari.

L'imprenditore, attivo nel catering, venne invitato in albergo con la scusa di parlare di un ricevimento da un gruppo di persone, 4 uomini e 2 donne, poi rivelatisi spacciatori di droga, residenti in Piemonte e Lombardia. Nel corso della mattinata saranno forniti ulteriori dettagli dalla Questura di Savona.

La polizia, che da settimane seguiva la banda perché sospettata di essere coinvolta in un traffico di droga, intercettava le telefonate dei sei. Dopo aver bloccato in autostrada con una scusa l'auto dell'imprenditore, all'appuntamento si era presentato un poliziotto in borghese, mentre in albergo pronti al blitz erano presenti decine di agenti. Tra le dieci persone per le quali sono scattate le misure cautelari ci sarebbero i mandanti del tentato sequestro che pare fosse stato ideato per avere soldi per acquistare partite di droga.