Condividi:


Crolla il ponte fra Santo Stefano Magra e Albiano: due feriti

di Redazione

Diverse le segnalazioni già giunte ad Anas in passato da sindaci e cittadini

Un crollo improvviso, un boato e l'intero impalcato del ponte che collega Santo Stefano Magra ad Albiano, tra le province di Spezia e Massa Carrara, finisce nel greto del fiume sottostante. Tutto è avvenuto in pochi secondi, intorno alle 10,30 fra lo sconcerto dei pochi testimoni. Si tratta del ponte lungo la Strada Provinciale 70, quella che mette in collegamento i due centri abitati attraversando il fiume Magra, già in territorio toscano anche se solo per poche centinaia di metri.

Il ponte si trova in frazione Albiano, comune di Aulla, dunque in Toscana. Sul posto, insieme alle squadre di soccorso, sono intervenuti i Vigili del Fuoco. Dalle prime immagini giunte in redazione, sembra che sul ponte al momento del crollo stessero transitando due furgoni, uno del corriere Bartolini e l'altro di Tim. Si avvertiva anche un forte odore di gas. Lo conferma al telefono a Telenord il vice sindaco di Aulla, Roberto Cipriani: "Un ferito è stato portato con elisoccorso in ospedale, cosciente e vigile. Un'altra persona su un secondo furgone è riuscita a venir via". Si è poi appreso che quest'ultimo è stato ricoverato all'ospedale spezzino  Sant'Andrea.  Un'amara consolazione, il ponte è trafficatissimo, per via della chiusura della famosa Ripa c'è molto traffico, c'erano criticità evidenti ma mi è sempre stato risposto che tutto andava bene. Il ponte si è letteralmente afflosciato, sono circa 20 metri. Il paradosso è che non abbiamo avuto tragedie perché dobbiamo ringraziare il Covid". 

Sia i cittadini sia il sindaco hanno scritto più volte ad Anas per segnalare le probabili criticità di qeusto ponte, uno dei più trafficati della provincia di Massa Carrara. "Anas ha risposto che il ponte era sotto controllo, monitorato, che tutto andava bene. Dal Morandi non abbiamo proprio imparato nulla. Mi sento avvilito e impotente", commenta il vice sindaco.

Il sindaco di Santo Stefano Magra Paola Sisti in diretta su Telenord subito dopo il crollo: "Mi viene da piangere. Chiederò lo sgravio sul pedaggio autostradale, perché rimane l'unica strada percorribile per aiutare la Val di Magra e la provincia spezzina. Da Albiano per esempio i bambini vanno a scuola a Santo Stefano, è un'arteria fondamentale - ricorda il sindaco - Mi auguro che entro l'inizio della scuola a settembre abbiano costruito un altro ponte in sicurezza". 

Racconta Paola Sisti: "Molti cittadini credevano fosse una fake news questa mattina e io stessa ho creduto in uno scherzo. In questo tempo già difficilissimo da vivere, questa è un'altra tragedia che diventa quasi insoopportabile da tenere sulle spalle dei cittadini". 

"Il nostro popolo ha radici in Lunigiana, è uno choc, abbiamo rivissuto la tragedia che ha vissuto Genova. Purtroppo questo è un Paese che se non programma e non fa manutenzioni vive tragedie. E' stato un miracolo, a quell'ora il ponte è pieno di auto e camion in fila indiana fermi nel traffico. il coronavirus per una volta ha aiutato", dichiara a Telenord il sindaco di La Spezia Peracchini. 

La società Italgas, intanto, conferma che sul luogo del crollo sarebbe stata riscontrata una fuoriuscita di gas conseguente alla rottura di una condotta. La perdita è stata già contenuta e la conduttura interessata è stata chiusa. Al momento, l'interruzione del servizio di fornitura del gas interessa soltanto la frazione di Caprigliola, nel comune di Aulla (Massa Carrara), per la quale sono in corso valutazioni per ripristinare la fornitura di gas con l'ausilio di carri bombolai.

Articolo in aggiornamento

Galleria