Condividi:


Savona, point elettorale della Lega imbrattato con feci e sputi

di Marco Innocenti

La condanna del candidato Angelo Schirru: "Atti di inciviltà contrari al rispetto delle persone"

E' stato imbrattato con feci e sputi il point elettorale della Lega di Zinola a Savona. Nel pomeriggio, a trovare la "sorpresa", un esponente del partito al momento dell'apertura del point. Sul posto sono arrivati il candidato sindaco del centrodestra Angelo Schirru, i deputati del Carroccio Luca Toccalini e Sara Foscolo. "Esprimo la mia massima solidarietà - ha commentato Schirru - Condanno pienamente questi gesti che risultano essere atti di inciviltà e che sono contrari al rispetto delle persone".

I due parlamentari hanno commentato l'episodio sulla loro pagina Facebook. "Un cretino ha deciso di defecare sulla nostra sede. Che squallore. Il 3 e il 4 ottobre vinceremo anche per lui", ha scritto Toccalini. "Al point di Zinola si trovano anche queste sorprese - ha scritto invece Foscolo - Qualcuno per dimostrare il suo disappunto ha pensato bene di 'spalmare' i suoi escrementi e di sputare sulla vetrina del point. Questo è l'unico modo che hanno per 'argomentare' le loro idee".

Per il senatore Francesco Bruzzone, coordinatore cittadino della Lega si tratta di "poveracci sconfitti dalla storia" e punta il dito verso i centri sociali. "I soliti ignoti, che poi tanto ignoti non sono, hanno imbrattato le maniglie del point con escrementi. Poveracci condannati dalla storia, autori di un gesto che i savonesi perbene condannano all'unisono. E gli altri candidati da che parte stanno? Si schierano dalla parte della democrazia e del rispetto delle idee altrui o coi centri sociali?".