Condividi:


Sampdoria, gol con il contagocce: 11 reti in 11 partite nel girone di ritorno

di Alessandro Bacci

Solo con Fiorentina e Cagliari i blucerchiati hanno segnato più di un gol, pesa il rendimento di Keita Balde

Cercasi gol. La Sampdoria si è portata a quota 36 punti in classifica, un ottimo risultato a otto giornate dal termine del campionato. In questo girone di ritorno, però, i blucerchiati stanno mostrando alcune lacune in fase offensiva. Sono undici le reti siglate dalla Samp nelle ultime undici gare, una media esatta di un gol a partita. Nel girone di andata le reti segnate nelle prime undici partite erano sedici. Solo in due gare i blucerchiati sono riusciti a segnare più di una rete nel girone di ritorno: Sampdoria-Fiorentina dove è arrivata la vittoria per 2-1 e Sampdoria-Cagliari terminata 2-2.

Gli attaccanti faticano a trovare la via del gol. Keita Balde si è inceppato: il senegalese non segna da due mesi esatti, l'ultimo il 14 febbraio. Le sue prestazioni sono in netta involuzione e nelle sfide con Milan e Napoli il suo apporto alla squadra è stata addirittura dannoso. Fabio Quagliarella, tra alti e bassi, tiene botta e si è portato in doppia cifra risultando il miglior marcatore stagionale. Manolo Gabbiadini ha portato un ottimo contributo nella manovra offensiva ma l'attaccante, anche a causa degli infortuni, ha trovato solo un gol in nove presenze. Torregrossa dopo la rete all'esordio non vede il campo da quasi due mesi a causa di un problema al polpaccio, La Gumina è sparito dai radar di Ranieri.

Otto partite al termine della stagione e la possibilità di migliorare lo score, il finale di stagione può essere utile da questo punto di vista. Sicuramente nel bilancio dei gol siglati pesa il rendimento delle ultime settimane di Keita, quello che sulla carta doveva essere il top player della Samp di questa stagione. Sicuramente la sterilità offensiva ha inciso in questo girone di ritorno. Nella prima metà di stagione i blucerchiati hanno siglato 30 reti in 19 match, una media di oltre una rete e mezzo a partita. Servirà un cambio di rotta per replicare il risultato e raggiungere quella quota 52 punti fissata da Claudio Ranieri.