Condividi:


Sampdoria, Faggiano a Telenord: "Abbastanza soddisfatto. Petagna? Era tutto fatto"

di Alessandro Bacci

Il ds: "Credo che il campo ci darà ragione, dispiace che l’operazione Caputo sia definita “last-minute”. Ciervo lo volevano in tanti"

Il calciomercato è terminato ed è tempo di bilanci per la Sampdoria. A fare un resoconto a Telenord è il direttore sportivo Daniele Faggiano: "Oggi sono abbastanza soddisfatto, ma vorrei esserlo di più a fine campionato, perché adesso i nomi vanno e vengono, ma l’importante è giocare e far stare tranquillo il presidente. Abbiamo cercato di fare del nostro meglio e crediamo che il campo ci darà ragione. Io quando sono arrivato avevo detto che già non smantellare l’ottima rosa sarebbe stato un buon lavoro. Si sono fatti tanti nomi, ma poi alla fine siamo riusciti a trattenere alcuni giocatori e quindi non c’è stato bisogno".

Sugli acquisti: "Ciervo lo volevano in tanti, ma grazie agli ottimi rapporti di Ferrero con la Roma si è conclusa in nostro favore. Per quanto riguarda Ihattaren e Dragusin abbiamo fatto un discorso con la Juve che si potrà rifare anche in futuro. A me dispiace che l’operazione Caputo sia definita “last-minute”, perché il presidente ha fatto un investimento economico importante".

L'Amarezza per il caso Petagna: "A me dispiace perché per Petagna era tutto fatto, il giocatore voleva venire e i documenti erano stati inviati. Ma alla fine il Napoli ha cambiato idea e ha deciso di volerlo tenere".

Obiettivi per il campionato? "Non ho un obiettivo preciso, se non quello di fare stare tranquilli tutti e di fare un bel gioco, poi la fame vien mangiando. Spero che tifosi e presidente saranno felici a fine stagione".