Condividi:


Sampdoria, Caputo: "A Empoli anni bellissimi ma oggi bisognava vincere"

di Alessandro Bacci

"Giocando sempre più mi sto iniziando a integrare. Non so con Fabio cosa potremmo fare insieme. Siamo due attaccanti che fanno sempre gol"

A Empoli lo temevano tutti e lui, alla sua prima gara da ex contro i toscani, ha sfoderato una sontuosa doppietta. Sono i suoi primi gol con la maglia della Sampdoria e Ciccio Caputo fa festa: "Vittoria e gol da ex. Il tutto su un campo difficile: sono contento - dice l'attaccante -. Per me è sempre un piacere e un orgoglio tornare ad Empoli, ho vissuto due anni bellissimi ma oggi bisognava vincere. Ci siamo riusciti".

Si è sbloccato e ha giocato alla grande a fianco di Quagliarella: "Giocando sempre più mi sto iniziando a integrare. Non so con Fabio cosa potremmo fare insieme. Siamo due attaccanti che fanno sempre gol. Oggi è toccato a me, magari la prossima toccherà a lui".

Caputo si è poi soffermato a parlare della Nazionale: "Non ci penso. Non mi pongo obiettivi. Come ho fatto finora, ho sempre dato il massimo ma alla fine è sempre il campo che dà le risposte".