Condividi:


Salini Impregilo dona 70mila mascherine alle regioni italiane più colpite

di Marco Innocenti

Saranno destinate alla protezione di anziani nei centri Rsa

Una donazione importante, quella di Salini Impregilo, un segno tangibile di vicinanza ai territori in cui l'azienda opera, concretizzatasi attraverso la donazione di 70 mila mascherine Ffp2 a favore delle categorie più fragili, per combattere l’emergenza Coronavirus in Lombardia, Liguria, Piemonte, Lazio, Campania e Sicilia. Un atto di solidarietà già apprezzato dal Sindaco di Milano Beppe Sala, che ha annunciato la donazione di 20mila mascherine Salini Impregilo agli anziani dei centri RSA del capoluogo lombardo.

Il Gruppo, presente in oltre 50 paesi nel mondo, sta cercando di proseguire le attività nei cantieri che abbiano le condizioni necessarie di sicurezza per i lavoratori, per garantire la continuità in opere strategiche per la comunità e per i propri clienti, applicando nel modo più rigido possibile la normativa per tutelare al massimo la salute dei dipendenti diretti ed indiretti.

Per la tutela delle persone impegnate nel Gruppo a livello mondiale, è stato attivato un processo strutturato e continuativo, con una task force di oltre 120 persone che ogni giorno definiscono ed adattano i processi alle mutevoli condizioni, e monitorano l’applicazione delle misure di prevenzione e di contenimento di eventuali criticità, in oltre 100 cantieri in 5 continenti.