Condividi:


Rixi: "De Carolis troppo vicino ad Atlantia, non può guidare Anas"

di Edoardo Cozza

Il parlamentare della Lega interviene anche sulle autostrade liguri: "Serve un commissario: un'idea è quella di nominare il presidente della Regione"

Edoardo Rixi, parlamentare della Lega e responsabile infrastrutture del partito, è uno dei politici che ha posto una sorta di veto alla nomina di De Carolis alla nomina di amministratore delegato di Anas. Queste le sue parole a Telenord: "Era una nomina inopportuna a pochi giorni dalla commemorazione per le vittime del Morandi. Non ha responsabilità dirette, ma era vicino al manager di Atlantia Castellucci. Non era un bel segnale: era un'indiscrezione di stampa, la politica non ne era a conoscenza e si è poi unita in un coro di voci contrarie. Il primo a far presente la questione sono stato io, con un'interrogazione al ministro Giovannini in commissione, poi si sono unite anche tutte le altre forze politiche. La ferita su Genova e sulla gestione di Aspi è ancora aperta: lo si vede con le code che ci sono ogni giorno. Nessun tentativo di riabilitazione, serve voltare pagina. L'ad di Anas sia indipendente e con grandi capacità, non passi attraverso tentativi della politica di intestarsi la nomina"

Focus poi sulla situazione autostrade in Liguria: "Abbiamo chiesto che le chiusure siano notturne e non in tutti i giorni della settimana. Ma non è possibile che ogni volta il nostro sia un intervento per salvarsi in calcio d'angolo: ogni volta ci sono problematiche sull'organizzazione dei lavori. Perché non si sono fatti i lavori nel lockdown? Ora la Liguria sarebbe penalizzata, i porti di Genova e Savona avrebbero davvero un tappo davanti. È un tema che a Roma non notano, noi cerchiamo di metterci una pezza e ora chiediamo un commissario per la gestione autostradale: un nome può anche essere quello del presidente della Regione Toti.