Condividi:


Radioterapia al San Martino, blitz della Finanza per i pazienti curati a Savona

di Redazione

Indagini sui ritardi nelle cure ai pazienti oncologici, nell'acquisto dei nuovi macchinari e nelle procedure di gara

I guasti ai macchinari di radioterapia hanno mandato in tilt la programmazione di esami e trattamenti al San Martino di Genova: la notizia non è nuova, inizia già a fine 2019, quando iniziano anche i viaggi dei malati in cura al San Martino trasferiti a Savona per la terapia. L'emergenza di fine anno però non rientra e per mesi le spedizioni savonesi continuano, con gravi disagi per i pazienti. 

A cavallo di Ferragosto un blitz della Finanza presso gli uffici della direzione del San Martino punta a raccogliere materiali per fare chiarezza sui fatti: sono due le inchieste in corso, la prima della Procura di Genova che ipotizza i reati di omissione di atti di ufficio e di interruzione di pubblico servizio e la seconda della Corte dei Conti per danno erariale dovuto ai ritardi di cura dei malati oncologici. 

La visita ferragostana negli uffici della direzione dell'ospedale, come scrive Il Secolo XIX, erano volti a verificare la gara d'appalto, il bilancio e le procedure per capire a cosa siano dovuti i ritardi nell'acquisto dei macchinari e come fossero gestiti i contratti di manutenzione degli stessi.