Condividi:


Preziosi lascia il Genoa, il parere dei genovesi: "Era ora di cambiare..."

di Redazione

E sui nuovi proprietari: "Un po' di diffidenza c'è, speriamo che facciano una squadra all'altezza delle aspettative"

Il Genoa è stato ufficialmente ceduto al fondo americano 777 Partners. Enrico Preziosi lascia la guida del club rossoblù dopo 18 anni, anche se rimarrà all'interno del consiglio di amministrazione del club con ruoli istituzionali. Abbiamo chiesto un parere su questa svolta storica ad alcuni cittadini genovesi e i pareri sono concordi nel definire il ciclo di Preziosi ai titoli di coda: "E' il momento giusto, per come sono andati gli ultimi anni era ora di cambiare". Opinioni concordanti anche nell'individuare il punto più alto e quello più basso della gestione Preziosi: "Sicuramente l'anno migliore è stato quello con Thiago Motta e Milito, il momento peggiore è stato quando non abbiamo ottenuto la licenza Uefa e non abbiamo partecipato all'Europa League".

Qualche dubbio sui nuovi proprietari però c'è, come ci ha spiegato un cittadino, che guarda già con un po' di rimpianto al presidente Preziosi: "Un pochino mi dispiace, nonostante ci abbia fatto un po' soffrire alla fine ci ha sempre tenuto in Serie A. Ora andiamo incontro a qualcosa che non conosciamo. Un po' di diffidenza c'è, bisognerebbe capire un po' più chiaramente come stanno le cose. L'importante è che queste persone spendano e facciano una squadra all'altezza delle aspettative, altrimenti tra due mesi siamo di nuovo allo stesso punto con le contestazioni". E c'è anche un sampdoriano (molto sportivo) felice del cambio di proprietà alla guida del Genoa: "Se c'è più competizione i tifosi sono più contenti"