Condividi:


Sanitari no vax sospesi, Petralia: “Per  non rallentare l’attività già abbiamo fatto bandi per infermieri a tempo determinato”

di Antonella Ginocchio

Il direttore  di Asl 4 a Fuori Rotta: “Siamo in attesa di assunzioni a tempo indeterminato. Evitiamo di bloccare la piena ripartenza delle attività elettive"

Paolo Petralia, direttore generale di Asl 4 a Fuori Rotta ha espresso le sue preoccupazione per la presenza di sanitari (si tratta di infermieri) no vax, sospesi: ora sarebbero una decina, ma il loro numero potrebbe salire, con  eventuali ripercussioni sul sitema assitenziale, assolutamente da evitare .

“Per evitare un pesante impatto sul sistema assistenziale, che metterebbe in discussione anche la normale ripartenza delle  attività elettive, in parte rallentate dal covid, abbiamo già provveduto a fare dei bandi di assunzione per infermieri a tempo determinato”, ha detto il direttore, spiegando che gli infermieri, molto riichiesti, in linea generale non accettano di buon grado le assunzioni temporanee.

Petralia ha anche evidenziato le difficoltà incontrate in  questi mesi dall’Asl che ha visto il settore di igiene  e prevenzione impegnato nel trattare  le situazioni  no vax. E queste procedure –  ha detto  – adesso saranno in parte vanificate dall’arrivo del green pass per tutti  i lavoratori: la situazione  sarà monitorata da un portale, che fornirà informazioni in tempo rale, ma che richiederà altre formalità burocratiche