Condividi:


Nuova ordinanza in Liguria: riaprono discoteche e parchi divertimenti. Ok alle sagre

di Redazione

Dal 16 giugno il via anche alle fiere, autorizzata la riapertura del Casinò di Sanremo

La Regione Liguria ha emanato una nuova ordinanza che da oggi riapre le discoteche per quanto riguarda la somministrazione di bevande e la ristorazione, non le piste da ballo, riapre le residenze universitarie, la formazione professionale, i parchi acquatici e tematici e il trasporto pubblico funiviario. L'ordinanza prevede che dal 16 giugno in Liguria sia possibile organizzare sagre e fiere, oltre ad altre manifestazioni assimilabili, nel rispetto delle linee guida stabilite dalla Conferenza delle Regioni. Sempre dal 16 giugno è confermata la riapertura del Casinò di Sanremo.

Le celebrazioni e ricevimenti di matrimonio sono già permessi in Liguria con le attuali regole. Lo ha ribadito in una nota l'assessore regionale al turismo Gianni Berrino dopo la riunione in videoconferenza a cui hanno partecipato Regione Liguria, Agenzia In Liguria, Camera di Commercio, Convention Bureau di Genova e le associazioni datoriali (Confesercenti, Confcommercio, Confindustria) con tutte le loro consociate che operano nel settore del wedding: catering, pubblici esercizi, discoteche e locali da ballo, fotografi.

"Dall'analisi delle linee guida nazionali, regionali e delle faq emanate nelle scorse settimane - spiega Berrino - è emerso che non c'è nulla che impedisca di organizzare già da oggi celebrazioni e ricevimenti di matrimonio nelle magnifiche location del nostro territorio regionale, che tante coppie avevano già scelto da tempo. Naturalmente ci sono ancora alcune limitazioni, ci sono regole precise da rispettare sul distanziamento per evitare assembramenti, ma si possono invitare i propri cari, i testimoni, gli amici nei limiti della capienza prevista dai comuni per ogni luogo e organizzare catering, pranzo, cena e accompagnamento musicale.