Condividi:


Movida violenta a Genova, più di 30 interventi in una notte per la polizia locale

di Alessandro Bacci

Un arresto e due denunce nel centro storico, problemi anche ad Albaro e in corso Italia e in tanti altri quartieri

Ancora una notta di movida violenta e indisciplinata a Genova. La polizia locale ha compiuto almeno 30 interventi molti per schiamazzi o musica ad alto volume e non solo nel centro città. Due interventi, ad esempio, sono stati compiuti dopo le 23 alle piscine di Albaro dove la musica aveva decibel troppo alti per l'ora, e poco dopo le 2 in lungomare Lombardo, sotto corso Italia dove si erano radunati circa 100 giovani generando schiamazzi. Ma c'è stato anche un corteo con circa 100 partecipanti che usavano tamburi e megafoni che partiti da piazza Raibetta hanno poi raggiunto via Roma e via Assarotti.

La polizia locale è dovuta anche intervenire per una rissa nel centro storico, in via San Bernardo, che ha portato a un arresto e due denunce e in cui tre agenti sono rimasti lievemente feriti con prognosi di 3, 5 e 7 giorni. E' accaduto poco prima della mezzanotte. L'arrestato è un maggiorenne, accusato di violenza e lesioni a pubblico ufficiale, che è stato anche denunciato per essersi rifiutato di fornire le generalità e per oltraggio a pubblico ufficiale. I denunciati sono un maggiorenne e un minorenne, affidato a una comunità su ordine del magistrato. Il maggiorenne nella rissa ha riportato una ferita medicata al pronto soccorso dell'ospedale San Martino (30 giorni di prognosi). Le denunce sono per rissa, lesioni ed oltraggio.