Condividi:


Mascherine in classe, Bassetti: "Toglierle adesso sarebbe imprudente"

di Marco Innocenti

E sull'obbligo vaccinale: "Deve decidere la politica. A ognuno il proprio mestiere"

"Togliere le mascherine in classe, in questo momento, non sarebbe prudente". Così Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova in un'intervista ad Inews24. "Dobbiamo però arrivarci - specifica Bassetti - ma tra qualche mese. Anche perché sarebbe ipocrita pensare che i ragazzi indossino la mascherina ininterrottamente per sei ore, soprattutto dal momento che all’aperto non è obbligatoria. Gli studenti che entrano in classe, un’ora prima sono stati insieme fuori. Potremo arrivare addirittura al punto che indossarle non sarà più obbligatorio per legge, ma una scelta di protezione. I cinesi le usano da trent’anni e non sono obbligati”.

L'altro tema caldo del momento è la possibilità, valutata proprio in questi giorni dal governo, di introdurre l'obbligo vaccinale. "E' una scelta che spetta alla politica - commenta Bassetti - Io, da medico, rispondo che vanno vaccinate più persone possibili. Con la variante Delta non esiste l’immunità di gregge, per cui dovremmo tendere verso una totale copertura vaccinale. Come raggiungere questo obiettivo non mi compete, perché non è il mio mestiere. La decisione spetta alla politica, che mi pare si sia espressa in modo forte”.