Condividi:


Lugo Terminal, nuovo collegamento intermodale tra gli interporti di Parma e Giovinazzo

di Redazione

In collaborazione con CePIM, partirà con 3 circolazioni a settimana ma entro giugno saliranno a 6

Una nuova collaborazione tra Lugo Terminal Spa e CePIM Spa ha permesso di inaugurare un innovativo collegamento ferroviario intermodale tra l’Interporto di Parma e Giovinazzo, in provincia di Bari, con sosta commerciale a Lugo (Ravenna). “Un risultato importante - sottolinea il Presidente di CePIM SpA, Gianpaolo Serpagli - condotto da Lugo Terminal che ringraziamo e che è sfociato nella collaborazione con CePIM Spa a beneficio di tutto l’Interporto di Parma, sempre più direzionato a spostare merci su rotaia per le lunghe distanze ed a promuovere progetti intermodali integrando l’offerta ai clienti con servizio camionistico di primo ed ultimo miglio.”

Da Giovinazzo le unità di carico potranno proseguire per tutto il Sud Italia e sfruttare il gateway marittimo per Turchia/Grecia o più in generale per i Balcani. Da Parma si potranno sfruttare i collegamenti esistenti con Francia, Germania, UK e con i Paesi Scandinavi. Con una frequenza programmata di 3 circolazioni settimanali che diventeranno 6 circolazioni settimanali entro giugno 2021, il treno sarà in grado di caricare containers di diverse dimensioni, casse mobili e semirimorchi con profilo sino a P400. Sarà inoltre possibile spedire rifiuti e materiale ADR/RID. 

Si potranno acquistare servizi terminal to terminal, per chi possiede le proprie unità di carico, ma sarà anche possibile usufruire del servizio door to door utilizzando la flotta di container High Cube 45’ e semirimorchi doppio profilo P386/P400 di proprietà di Lugo Terminal, che è anche in grado di eseguire primo ed ultimo miglio con i propri camion. 

Questo treno rafforzerà ulteriormente la presenza di Lugo Terminal Spa lungo la direttrice adriatica, contribuendo nel concreto al Green Deal promosso dalla Commissione Europea e togliendo dalla strada, una volta a regime, quasi 15.000 camion all’anno per un risparmio di Co2 pari a circa 10.000 tonnellate.