Condividi:


Le associazioni di Polizia Penitenziaria donano 300 mascherine all'ospedale di Cairo Montenotte

di Redazione

Il segretario del Sappe Capece: "Un gesto concreto come già fatto in altre occasioni critiche"

Una delegazione dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria Anppe, in collaborazione con la segreteria nazionale della Liguria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, ha donato e consegnato, a Cairo Montenotte, 300 mascherine chirurgiche per il personale medico e socio-sanitario dell’ospedale "L. Baccino" di Cairo Montenotte, struttura residenziale sanitaria assistenziale. Erano presenti Donato Capece e Michele Lorenzo, rispettivamente segretario generale e segretario per la Liguria del Sappe, ed Enzo Cionti, responsabile dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria Anppe di Cairo Montenotte, i quali hanno consegnato il materiale alla Capo Sala della struttura.

“Sappe ed Anppe - spiega Capece - sono un faro di legalità composto da tutti i validi uomini e donne che hanno servito e servono lo Stato, come poliziotti penitenziari. Un ruolo difficile e di prima linea, poiché non è cosa facile stare tutti giorni a contatto con le diverse tipologie di detenuti, che rappresentano una popolazione spesso emarginata e dimenticata, con loro però troppo spesso ci si dimentica di chi vive quasi come un recluso, circondato da celle e sbarre come i poliziotti penitenziari. Il Sappe e l’Anppe sono già intervenuti, con i propri associati, in altre situazioni di emergenza, come il terremoto dell’Aquila e le alluvioni nel Nord e Centro Italia, e anche in questo caso vuole dare il suo fattivo contributo per aiutare le popolazioni coinvolte nella pandemia. Anche in molte altre città italiane Sappe ed Anppe stanno provvedendo, con i propri iscritti ed associati, a portare dispositivi di protezione individuale per gli operatori socio-sanitari di ospedali residenze protette nonché per i rispettivi ospiti”.