La Spezia, sequestrata in porto una riproduzione di una Ferrari di Formula 1

di Alessandro Bacci

Il modello proveniva dal Brasile ed era diretto a un concessionario toscano violando i diritti di proprietà intellettuali della Ferrari S.p.A.

I funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di La Spezia, unitamente ai militari della Guardia di Finanza, hanno sequestrato una riproduzione di una monoposto da Formula 1, costruita e importata in violazione dei diritti di proprietà intellettuali tutelati in capo alla Ferrari S.p.A.. La riproduzione in vetroresina della monoposto da Formula 1, in scala 1:1 e priva di parti meccaniche ed elettriche, è stata rinvenuta in un container proveniente dal Brasile ed era destinata a un concessionario di auto toscano.

Seppur privo di loghi e marchi, il manufatto richiamava in modo evidente le caratteristiche di design del noto modello della scuderia automobilistica, rappresentando quindi una potenziale violazione di diritti di proprietà intellettuale e industriale. La Ferrari S.p.A., alla quale sono stati inviati i rilievi fotografici della monoposto che si stava tentando di importare, ha confermato che la stessa riproduceva senza autorizzazione gli elementi caratterizzanti del modello SF90 che ha corso la stagione di Formula 1 2019, tutelato e registrato come design comunitario. 

Una volta accertata la violazione dei diritti di proprietà intellettuali tutelati in capo alla Ferrari S.p.A., sì è proceduto al sequestro della monoposto contraffatta.