La Spezia, prende il reddito di cittadinanza ma scommette un milione di euro nel poker: denunciato

di Alessandro Bacci

Controlli da parte della Guardia di Finanza, denunciate 35 persone che hanno percepito il reddito di cittadinanza per un totale 254 mila euro

La Guardia di Finanza di La Spezia ha denunciato 35 persone che hanno irregolarmente percepito il Reddito di Cittadinanza nel 2019 e 2020 per circa 254.000 euro. I casi sono stati segnalati all'Inps per la revoca ed il recupero del beneficio. Significativi alcuni casi di persone dedite al gioco scoperte a Sarzana: un giocatore di "poker on-line", il quale, in un biennio, ha scommesso oltre 1 milione, e una signora che ha effettuato ricariche sul proprio conto-gioco per oltre 60.000 euro, investendo, tra gli altri, anche i 10.000 euro derivanti dal sostegno economico.

Improbabili anche le scuse riferite da uno spezzino, il quale aveva "dimenticato" che sua moglie fosse un'impiegata regolarmente assunta e stipendiata. I controlli hanno preso in esame centinaia di posizioni, 62 sono state approfondite e in 35 ci sono state irregolarità tali da non dare diritto al Reddito di cittadinanza . Fra le omissioni più frequenti, giustificate come "dimenticanze" i redditi dei familiari conviventi; la dedizione al gioco on-line; impieghi lavorativi "in nero". Gli illeciti percettori hanno mediamente intascato oltre 500 euro mensili che si aggiungevano agli altri redditi percepiti, quali lavoratori "in nero".