Condividi:


La Spezia, in un anno sequestrati oltre 12 milioni di mascherine e guanti

di Alessandro Bacci

Il bilancio di Adm e Guardia di Finanza, i prodotti erano privi di marcatura CE. Denunciati anche cinque importatori

Oltre 12 milioni e 650 mila dispositivi medici e di protezione Individuale, tra mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 e guanti monouso, pronti ad essere immessi sul mercato o destinati ad istituti sanitari pubblici, sono stati sequestrati nel corso dell'ultimo anno da Adm Ufficio di La Spezia e dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza.

Tutti i prodotti sequestrati erano privi di regolare marcatura CE o corredati da certificati falsi, i gel igienizzanti venivano invece commercializzati senza il previsto nulla osta sanitario. Nel caso delle mascherine FFP2 la carenza della conformità comunitaria è stata successivamente confermata dalle analisi effettuate dai laboratori dell'agenzia delle Dogane sui campioni prelevati, che hanno in diversi casi evidenziato un'efficacia di filtrazione batterica non superiore all'80% quindi ben al di sotto dei limiti di legge che nel caso delle ffp2 è pari al 94%.

Nel corso di perquisizioni presso le sedi aziendali di società importatrici, in provincia della Spezia e Firenze, nelle sedi di un corriere espresso di Pisa e Carrara e presso istituti ospedalieri di Parma e La Spezia, sono stati raccolti elementi che hanno portato alla denuncia di cinque importatori, un cinese e quattro italiani per contrabbando aggravato, delitti contro l'economia e frode nelle pubbliche forniture. Durante la prima ondata pandemica si è proceduto, inoltre - conformemente alle norme emanate nel marzo 2020 - alla requisizione ed alla assegnazione alla Protezione Civile della Liguria di 130 mila flaconi di gel igienizzante in esportazione verso gli USA.