Condividi:


Green pass, discoteche escluse dal decreto: "Chiediamo chiarezza"

di Marco Garibaldi

Sale da ballo in difficoltà. La testimonianza da Sestri Levante

In questi giorni vi stiamo parlando dell'utilizzo del green pass per l'accesso a bar e ristoranti al chiuso e a manifestazioni sportive e culturali. Tra queste categorie c'è una grande esclusa: quella delle sale da ballo che, ad oggi, non possono ancora riaprire.

"Avevamo la speranza di aprire con il Green pass ma alla fine non ci è stato detto nienta - commenta Riccardo Rolleri, uno dei gestori della Piscina dei Castelli di Sestri Levante - Sembriamo quasi dimenticati. Ogni tanto c'è qualche dichiarazione di qualche politico che promette la riapertura ma al momento non c'è ancora nessun protocollo".

Il governo di Mario Draghi ha garantito rimborsi per questo settore ancora fermo ma fra i gestori c'è tanto sconforto. La stagione estiva è ormai giunta al giro di boa e non c'è ancora una comunicazione ufficiale da parte del governo.

"Siamo un locale che ha sempre lavorato sia in inverno che in estate perché abbiamo la possibilità e gli spazi per poter ospitare persone sia nella parte interna che nella parte interna - commenta il socio Davide Nicolini - Noi ci eravamo attrezzati per poter ospitare persone nel locale (chiaramente contingentate) purtroppo però non ci è stato possibile riaprire perchè non siamo riusciti nemmeno a partire con questa stagione estiva".