Giocattoli, dispositivi medici ed elettronici contraffatti: 4 negozi sanzionati a Savona

di Alessandro Bacci

Multa da 128 mila euro per un negoziante, per la guardia di finanza alcune cuffie e casse Bluetooth potevano esplodere

La Guardia di Finanza di Savona ha multato 4 bazar etnici nei Comuni di Varazze, Loano, Vado Ligure e Pietra Ligure per violazione della normativa in materia di sicurezza dei prodotti. Le Fiamme Gialle hanno rinvenuto un ingente quantitativo di prodotti elettronici, giocattoli e dispositivi medici, privi della marcatura "CE" e/o delle indicazioni di provenienza e, pertanto, potenzialmente pericolosi per la salute dei cittadini.

Tra gli oggetti rivenuti, oltre 6100, casse bluetooth e cuffie che, avverte la Finanza, "ove non conformi alle caratteristiche di sicurezza previste, potrebbero esplodere durante l'utilizzo"; e poi cerotti e cosmetici "potenzialmente causa di irritazioni e altre alterazioni cutanee" o pile "passibili di causare malfunzionamenti nei prodotti".

Tutti gli oggetti "potevano essere venduti a poco prezzo probabilmente proprio per il mancato rispetto delle prescrizioni italiane ed europee" spiegano i militari. Tra questi anche giocattoli. I titolari degli esercizi commerciali controllati, di etnia cinese e bengalese, sono stati sanzionati per importi compresi tra gli 800 euro e i 128 mila euro (nei casi più gravi, riguardanti i dispositivi medici).