Condividi:


Genova, ruba un paio di ciabatte alla Coin e danneggia una giacca da 400 euro: arrestato

di Alessandro Bacci

L'uomo ha tentato di staccare il dispositivo anti taccheggio che ha rilasciato dell'inchiostro sulla giacca. Nascondeva anche un coltello nello zaino

La polizia locale di Genova ha arrestato un cittadino italiano sorpreso in flagrante con un paio di ciabatte non pagate nello zaino. Il danno maggiore all'esercizio commerciale di via XX Settembre, però, è stato causato dal tentativo di furto di una giacca di marca del costo di 385 euro, irrimediabilmente macchiata dall'inchiostro rilasciato dal dispositivo anti taccheggio.

L'uomo è entrato in un camerino con la giacca ed è uscito poco dopo lasciandola appesa malamente a una gruccia. Una commessa del negozio, la cui attenzione era stata catturata dallo strano comportamento del "cliente" ha notato immediatamente che il capo era stato danneggiato proprio a causa del tentativo di liberarlo dalla placca antitaccheggio. È prima intervenuta la vigilanza interna, poi sono arrivati gli agenti che hanno perquisito l'uomo e gli hanno trovato addosso un coltello con la lamba di ceramica di 7,6 centimetri, un paio di forbici da elettricista e una piastra quadrata in metallo, oggetti presumibilmente usati per forzare il dispositivo. Il ladro, un pluripregiudicato anche per reati specifici, probabilmente non sapeva che tentando di forzare l'antifurto avrebbe fatto partire il getto di inchiostro. L'uomo è stato arrestato. Al processo per direttissima, il giudice ha convalidato l'arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere.