Condividi:


Sanità del ponente, a Palazzo Tursi convegno sul futuro di ospedali e medicina di prossimità

di Anna Li Vigni

Organizzato dall’associazione Salute Ambiente Liguria (S_A_Li) in collaborazione con il Comune di Genova, la Regione Liguria e l’Ordine dei Medici

Con il saluto del sindaco Marco Bucci collegato in remoto si è aperto stamane nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, il convegno “La Sanità del Ponente”, organizzato dall’associazione Salute Ambiente Liguria (S_A_Li) in collaborazione con il Comune di Genova, la Regione Liguria, l’Ordine dei Medici e l’Ordine delle Professioni Sanitarie. Un’occasione per confrontarsi e ragionare sulle risorse sanitarie per una migliore ridistribuzione sul territorio e in particolare su quello del ponente.

“Prima di tutto c’è bisogno della medicina di prossimità”, sottolinea il vicesindaco Massimo Nicoló, “Sono i medici che devono spostarsi il più possibile verso i pazienti”.  Il convegno è occasione di confronto tra le personalità di rilievo della sanità e delle istituzioni locali attraverso alcune tavole rotonde su temi specifici: “La sanità del Ponente e l’ospedale del passato verso l’ospedale del futuro”; “La medicina del territorio nel Ponente”. Sono necessari sistemi di cooperazione per condividere le peculiarità della nostra sanità, costruendo una funzione ospedaliera il cui fine ultimo è la salute della comunità”, spiega Gianni Orengo direttore sanitario dell’ospedale San Martino di Genova.

“L’ospedale deve essere raggiungibile: è necessaria l’integrazione dell’ospedale nel territorio e il passaggio epocale sarà un unico sistema informativo”, sostiene Adriano Lagostena, direttore generale dell’Ente Ospedaliero Galliera di Genova.