Condividi:


Genova, protesta dei lavoratori Leonardo: corteo nelle vie del centro

di Gregorio Spigno

Manifestazione contro la scelta che porterebbe alla vendita del settore automazione. Incontro in Prefettura e poi manifestazione di fronte al consiglio regionale

Mattinata di protesta per i lavoratori del settore automazione di Leonardo, che hanno deciso di manifestare contro la scelta che porterebbe alla vendita proprio dello stesso settore automazione. Così facendo, 400 lavoratori rischierebbero di perdere tutela.

I sindacati avevano, già nelle scorse settimane, preannunciato lo sciopero: "In questi giorni si sono susseguiti grandi attestati di solidarietà da parte di istituzioni e forze politiche, ma nonostante ciò non si è ancora ottenuta una data per l'incontro con il Ministero dello Sviluppo Economico, necessario per affrontare il tema con l'Azionista di maggioranza di Leonardo, che, preme ricordare, è sempre lo stesso Governo di cui fanno parte tutte quelle forze politiche che stanno esprimendo solidarietà. Tale incontro è indispensabile per chiarire la situazione e quindi occorre scioperare nuovamente per ottenerlo". I sindacati hanno mantenuto la parola, ma non sono ancora chiari gli sviluppi che questa faccenda potrebbe prendere.

Insieme ai lavoratori di Leonardo si sono unite anche le lavoratrici di mensa e appalti pulizie interni a Leonardo, ovvero 55 persone circa. 

Il presidio si è mosso prima verso la prefettura, dove una delegazione ha incontrato il prefetto, poi andranno in consiglio regionale. Motivo per cui, questa mattina, sono state posizionate alcune camionette della Polizia in cima a via Fieschi, casa della Regione.