Genova, gli agricoltori esasperati scendono in piazza contro i cinghiali: "Siamo assediati"

di Alessandro Bacci

L'annuncio: "Non è mai stato così alto l’allarme per l’invasione di cinghiali in Italia, scateneremo la più grande protesta mai realizzata prima"

"Non è mai stato così alto l’allarme per l’invasione di cinghiali in Italia, animali che con l’emergenza Covid hanno trovato campo libero in spazi rurali e urbani, spingendosi sempre più vicini ad abitazioni e scuole fino ai parchi dove giocano i bambini. Gli animali selvatici distruggono produzioni alimentari, sterminano raccolti, assediano campi, causano incidenti stradali con morti e feriti e si spingono fino all’interno dei centri urbani dove razzolano tra i rifiuti con pericoli per la salute e la sicurezza delle persone #bastacinghiali." Così recita una nota di Coldiretti per esprimere il proprio disappunto contro quella che viene definita un' "invasione" di cinghiali.

"Una situazione che ha ormai oltrepassato il limite di guardia con gli agricoltori esasperati che giovedì 8 luglio 2021 dalle 9.00, scateneranno la più grande protesta mai realizzata prima, partendo dalla Capitale e con la mobilitazione che toccherà tutte le Regioni, compresa la Liguria, con il coinvolgimento di decine di migliaia di agricoltori, allevatori, pastori e cittadini e le dolorose testimonianze di chi è stato personalmente colpito ed ha paura per l’incolumità della propria famiglia."