Genova, gestiva un’autofficina completamente abusiva in via Palestro: denunciato

di Alessandro Bacci

Multa da oltre 5 mila euro per l'uomo, i carabinieri hanno sequestrato tutti gli attrezzi. Multa anche per i clienti da 86 euro ciascuno

I carabinieri forestali di Genova Prato hanno denunciato un uomo di 78 anni, R.G., ritenuto responsabile di gestire un’autofficina da elettrauto completamente abusiva nella zona via Palestro del Comune di Genova.

I militari hanno rinvenuto un locale adibito ad officina con numerose strumentazioni da lavoro professionale quali due ponti sollevatore per auto e motoveicoli, banchi da lavoro con chiavi ed utensili vari, mola da banco, trapano a colonna, nonché prodotti e ricambi auto, sebbene l’attività risultasse completamente sconosciuta alla Camera di Commercio. Nel corso del controllo sono stati anche rinvenuti alcuni rifiuti speciali pericolosi, provenienti dalle attività di riparazione dei veicoli, quali taniche e bidoni di olii da motore esausto, nonché varie batterie al piombo esauste.

L’uomo è stato deferito per le violazioni ambientali di stoccaggio e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi ed i locali sottoposti a sequestro preventivo (ex art. 321 cpp). Inoltre è stato sanzionato amministrativamente con €5.164,33 per l’attività di autoriparatore abusiva, con conseguente sequestro amministrativo cautelativo di tutte le strumentazioni presenti. I proprietari dei veicoli rinvenuti in lavorazione presso l’officina abusiva saranno sanzionati per la violazione dell’art. 6 della L.122/1992 per € 86,00 cadauno.