Condividi:


Genova, Gaggero: “Gli studi dentistici sono luoghi sicuri, cure e prevenzione continuano"

di Redazione

Tempi dilatati ma i protocolli di sicurezza applicati da sempre negli studi dentistici sono ancora più rigidi per tutelare pazienti, professionisti e personale ausiliario

Ospite negli studi del Live di Telenord il dott. Massimo Gaggero, presidente dell'Albo Odontoiatri di Genova che ha illustrato la situazione dell'attività dei colleghi professionisti negli studi dentistici a Genova.

Attualmente si registra un calo notevole dell'attività dovuta principalmente alle nuove modalità di organizzazione degli appuntamenti e dello svolgimento delle visite. Secondo recenti dati del centro studi della categoria, si registra una diminuizione del 25% delle prestazioni erogate fino ad arrivare al 37% per le collaborazioni dei giovani dentisti con studi medici. 

Tutti i professionisti dell'Albo Odontoiatri sono attivi e disponibili sul territorio con quell'attenzione e predisposizione alla prevenzione che contraddistingue la categoria. Le severe norme di sicurezza da sempre applicate, con l’inizio della pandemia e anche in questa seconda ondata si sono ulteriormente rafforzate.

"Oggi il rapporto fiduciario tra utenza, medici dentisti e odontoiatri si è addirittura amplificato in quanto la nostra categoria tutela da sempre la sicurezza dei pazienti e si è sempre dedicata con cura alla prevenzione di infezioni. Il Covid non ci ha trovato impreparati", ha ribadito il dott. Massimo Gaggero che è anche membro dell'esecutivo dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Genova.  

"Comunque nel complesso l'attività odontoiatrica è diminuita come tutte le altre anche a causa delle problematiche legate all'alto numero di professionisti presenti sul territorio". 

In Liguria e a Genova il rapporto dentista paziente è il peggiore in Italia. C'è un dentista ogni 500 abitanti a Genova e uno ogni 600 in Liguria. Il dato nazionale è di un dentista ogni 1100 abitanti.  

Secondo il nono e ultimo rapporto dell’INAIL divulgato il 21 ottobre u.s. e basato sui dati al 30 settembre 2020, risulta significativo che, relativamente ai dipendenti di studi odontoiatrici, l’INAIL abbia dichiarato che “ad oggi non risultano infortuni da Covid-19 per questa specifica categoria”.

Dal triage telefonico, per dare un appuntamento ben preciso ai pazienti senza inutili permanenze nello studio a tutti i dispositivi di protezione con un rigido protocollo da osservare: le cure odontoiatriche, compresa l'igiene continuano.

I controlli periodici dal dentista sono importanti per la salute della propria bocca e per l’intercettazione precoce di tutte le patologie del cavo orale che possono essere individuate durante la visita odontoiatrica

Lo studio dentistico è quindi un luogo sicuro: interrompere le terapie in corso potrebbe pregiudicarne il risultato finale.  E quindi "andiamo dal dentista con sicurezza".