Condividi:


Genova, si fingevano sfollati del ponte Morandi per truffare le parrocchie: arrestati

di Redazione

In manette quattro genovesi. Secondo gli inquirenti, avrebbero raccolto più di 12mila euro chiedendo soldi a sacerdoti in diverse città d'Italia

Raccontavano alle parrocchie di essere sfollati del ponte Morandi in difficoltà economiche per ottenere delle donazioni: in manette quattro genovesi accusati di aver truffato diverse strutture religiose in tutta Italia.  Il gruppo, in azione tra il 2018 e il 2019, sarebbe riuscito ad impadronirsi di circa 12 mila euro.

Gli arrestati usavano diverse storie per ottenere il denaro: oltre a fingersi sfollati, dicevano di essere stati rovinati dalle alluvioni che hanno colpito la Liguria negli ultimi anni o raccontavano che un loro parente aveva lasciato un'eredità alla parrocchia e di aver bisogno di soldi per pagare il notaio. Dopo aver convinto l'interlocutore, si facevano accreditare la somma su una carta di credito ricaricabile che poi svuotavano e eliminavano.

Gli inquirenti hanno individuato quattro truffe realizzate a Genova, Cuneo, Como e Palermo, ma si sta indagando su una trentina di altri episodi simili in tutta Italia. Il gruppo è stato scoperto dai carabinieri in servizio presso la polizia giudiziaria della procura di Genova, con la collaborazione del comando provinciale.