Condividi:


Genova, dimentica una garza nell'addome di una paziente dopo l'operazione: medico indagato

di Alessandro Bacci

Per tre anni una donna ha vissuto con un corpo estraneo in pancia fino alla nuova operazione per rimuovere la garza

Per tre anni una donna ha vissuto con una "pezza laparotomica", una garza sterile, dimenticata nell'addome dopo un intervento all'ospedale Gaslini di Genova per rimuovere un fibroma uterino. Fino a che quel corpo estraneo non ha iniziato a crearle problemi e una lesione per cui è stata operata di nuovo nel 2020. Il pubblico ministero Stefano Puppo ha indagato il medico per lesioni e oggi ha dato incarico al medico legale per valutare l'entità del danno. La donna, assistita dall'avvocato Alessandro Sola, ha presentato un esposto subito dopo il secondo ricovero.

Secondo quanto emerso, nel 2017 era stata operata al Gaslini e le avevano comunicato che l'intervento era riuscito ma che forse avevano dimenticato un ago laparoscopico dentro l'addome. Era stata fatta una tac che non aveva rilevato la presenza di alcun corpo estraneo. Il giorno dopo le era stato comunicato che l'ago era stato ritrovato e quindi era stata tranquillizzata. Nel 2020, però, la donna aveva iniziato a stare male a causa di fortissimi mal di pancia. Era stata ricoverata e dalla tac era emersa la presenza della garza che era stata poi rimossa d'urgenza all'ospedale Evangelico.