Condividi:


Genova Blue District, i numeri del primo anno di attività

di Redazione

L'assessore comunale allo sviluppo portuale Maresca: "Sostenibilità ambientale e rapporto città-porto nostri punti di forza"

Ventinove progetti per gli hackathon in blue, le sfide progettuali che hanno visto 3 vincitori su temi innovativi legati alla sostenibilità ambientale, sport e tempo libero. 19 proposte progettuali su laboratori per la blue economy rivolti ai giovani, un bando dedicato al welfare con due progetti finanziati. E poi: sette seminari sull’economia del mare con 800 partecipanti, webinar, spazi per start up, imprese e associazioni. Sono alcuni numeri sull’attività del primo anno di Genova Blue District, lo spazio inaugurato a novembre ai Magazzini dell’Abbondanza, in via del Molo, per la creazione di competenze, la ricerca, il trasferimento tecnologico, l'innovazione green e digital driven nella blue economy.

"È stato un anno intenso di attività – ha spiegato l’assessore allo Sviluppo economico portuale e logistico Francesco Maresca – il Blue District è nato con l’obiettivo di fare sistema, fare dialogare tutti i soggetti del variegato mondo dell’economia del mare a Genova, saldare relazioni tra mondo della ricerca, università, imprese per scambiare idee e progettualità. Già in questo primo anno, nonostante le limitazioni anti covid, abbiamo raggiunto importanti risultati, individuato e finanziato progetti innovativi che fanno della sostenibilità ambientale dell’ecosistema marino e del rapporto tra porto-città un punto di forza anche dal punto di vista dello sviluppo economico".

Durante la conferenza è stato anche illustrato il Blue Book 2020, gli atti del Blue economy Summit 2020, l’evento che si è svolto a luglio 2020 e che tornerà a Genova a ottobre. Il Blue Economy Summit coinvolge tutti i principali protagonisti istituzionali e imprenditoriali del territorio che hanno il mare al centro delle proprie attività in un’ottica di sostenibilità.

Dal 13 al 16 ottobre, in presenza e in live streaming dal Blue District, protagonista la 4^ edizione del Blue Economy Summit, la manifestazione promossa dal Comune di Genova con il supporto tecnico e organizzativo di Clickutility Team, dedicata alle diverse filiere produttive del mare. Un’importante occasione per creare consapevolezza sulle grandi opportunità di sviluppo del territorio e di crescita professionale derivanti dall’economia blu e dalle industrie che vi gravitano attorno.

Grande novità di quest’anno sarà la Blue Street, iniziativa collaterale e divulgativa, che dal 13 al 16 ottobre porterà in piazza le opportunità della Blue Economy, creando occasioni di dibattito con la cittadinanza che si snoderanno tra il Blue District, il Chiostro di San Lorenzo, il Chiostro delle Vigne e piazza San Matteo. Protagonisti i «Blue talks» che nel tardo pomeriggio coinvolgeranno istituzioni, imprese di settore, start up e spin off per parlare di ambiente, innovazione e sport nautici. La Blue Street ha l’obiettivo di creare momenti di connessione tra il porto e la città, in chiave di rigenerazione urbana e di valorizzazione del centro storico di Genova.

Il 26 settembre scade il Contest Grafico Genova Blue Street 2021, la Call4Ideas per la creazione di elaborati di Poster Art per promuovere in città la Blue Street. I partecipanti possono scegliere come oggetto del proprio elaborato grafico una o più aree tematiche del Blue Economy. Saranno scelti, pubblicati e stampati 30 lavori che, dall’11 al 24 ottobre 2021, saranno affissi come manifesti in diverse zone di Genova. La giuria, inoltre, sceglierà un vincitore che riceverà in premio la tavoletta grafica Artist Display 24 Pro. Novità di quest’anno, il Premio Blu, in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics, sedi di Genova e Torino, per l’elaborato che avrà rappresentato le tematiche con uno sguardo più innovativo. A disposizione del Contest un premio del valore di 500 euro (cinquecento euro) spendibile presso la scuola per la partecipazione al corso di PROMUOVERSI SUI SOCIAL.