Condividi:


Genoa, Perin: "Stiamo diventando squadra e Ballardini ci aiuta ad accendere la miccia"

di Marco Innocenti

"La classifica? Guardarla troppo fa male ma un'occhiata ogni tanto ci aiuta a restare sempre sul pezzo"

"Stiamo diventando squadra". E' con queste parole che Mattia Perin, al termine della sfida contro l'Atalanta, descrive la metamorfosi del Genoa, capace di salire a Bergamo e affrontare a viso aperto la squadra di Gasperini, mettendola anzi in netta difficoltà per tutto il primo tempo. "Poco tempo fa eravamo ottimi individui ma non una squadra - prosegue Perin ai microfoni di Sky Sport - Le ultime gare stanno dimostrando proprio questo perché solo così puoi venire qui a Bergamo con questo grande coraggio, creando almeno 2 o 3 palle goal".

"C'è solo da fare complimenti ai miei compagni e continuare su questa strada. Possiamo venire meno dal punto di vista tecnico-tattico ma non da quello del fuoco che abbiamo dentro. I meriti di Ballardini? Lui è venuto qui, molti di noi lo conoscevano già, ha portato le sue idee e la sua tranquillità ma quando serve ci aiuta ad accendere la miccia. Tanto del merito è sicuramente suo e noi siamo bravi perché lo ascoltiamo. Direi però che oggi bisogna elogiare il gruppo perché è questa la parola che userei per descrivere queste ultime 5 partite. L'Atalanta è una squadra che fa 5 goal a tutti e questo è un punto d'oro".

Nessuna partita, però, va considerata più decisiva di altre: "Serve il pareggio di oggi - conclude Perin - com'è servito vincere col Bologna e com'era servita la prima vittoria contro lo Spezia. Ogni punto conta ma da martedì si riparte, c'è un'altra partita da giocare e da vincere. Se la classifica fa un po' meno paura? Ma quello che ci tiene accesa questa voglia di stare attaccati al risultato è proprio la classifica, non dobbiamo guardarla sempre ma ogni tanto darle un'occhiata aiuta a stare sul pezzo e a non distrarsi mai". 

Tags:

Perin genoa atalanta

Condividi: